Proposte di investimento immobiliare e di attività commerciali a New York
Appartamenti Commerciale attività Commerciale vendita Commerciale Locazione Ville Ricerca Contatti

Per ulteriori informazioni (italiano): Casa a New York tel. +1 786 208 2036 e-mail [email protected]

   

    Perché Acquistare
Perché negli Stati Uniti
Perché New York
Flussi migratori e turistici
Il mercato immobiliare
Compenso provvigionale

    Come Acquistare
Trattato bilaterale Italia-USA
Conto corrente USA
Attorney at Law
Offerta e Closing
Mutuo bancario

    New York e le sue meraviglie
I cinque Boroughs
Manhattan
Ponte di Brooklyn
Wall Street
Ground Zero
Empire State Building
TriBeCa
Statua della Libertà
Times Square
Union Square
Grand Central Terminal

    Notizie Utili
Aeroporti, linee aeree, autonoleggi
Shopping
Per i più piccoli
Ristoranti
Locali e vita notturna
Sicurezza

    Clima
Clima

Real Estate Service Provided by America Real Estate Solutions Llc - 11 Broadway - 10004 New York



Untitled Document

CRIMINALITA'

Dopo l'11 settembre è cambiato molto a New York, però il merito principale del drastico calo del tasso di criminalità è da attribuire alla politica di tolleranza zero perseguita dall'ex-sindaco Rudolph Giuliani.

Secondo l'F.B.I. la città è al 150° nella statistica annuale del tasso di criminalità.

Certo bisogna sempre comportarsi con una certa accortezza e non commettere i classici errori da turista. Se dobbiamo consultare una cartina cerchiamo di non farlo in mezzo al marciapiede con la macchina fotografica al collo ed il portafoglio ben in vista.

Per qualsiasi tipo di emergenza che sia di sicurezza, sanitaria od anche un semplice incidente stradale si consiglia di chiamare il numero di pronto intervento 911. A differenza di quanto avviene in Italia la polizia interviene sempre anche in caso di tamponamento.

CONTATTI

Consolato Generale Italiano a New York

690, Park Avenue

tel. +1 (212) 439-8600

fax. +1 (212) 249-4945

Numero di emergenza in orari in cui gli uffici sono chiusi: +1 917 294 9881

www.consnewyork.esteri.it

e-mail: [email protected]

SICUREZZA STRADALE

Nel caso si noleggiasse un’auto prestare molta attenzione ai cambi di carreggiata ed al rigido rispetto dei limiti di velocità. Viene tollerato solo un superamento del limite di 5 miglia orarie. La patente italiana viene accettata, così come quella internazionale rilasciata in Italia. Per i turisti spesso si chiude un occhio ma è meglio non approfittarne. Per infrazioni più gravi si può arrivare sino all’arresto che vale anche per la guida in stato di ebbrezza. A volte chi dimostra segni evidenti di alterazione viene fermato dalla polizia ( anche in borghese, capita spesso davanti ai locali ed alle discoteche) e viene caricato su un taxi con il benevolo consiglio di tornarsene a casa a smaltire la sbornia. E’ un po’ drastico ma funziona. Evidentemente il malcapitato recupererà l’auto il giorno dopo, ma eviterà così di passare la notte in cella.

Altro suggerimento è quello di rispettare ( fermandosi anche per un attimo ) tutti gli stop. Tutte le auto sono tenute a fermarsi agli stop, solo dopo aver verificato la possibilità di procedere si può ripartire. Il tipico modo italiano di procedere, un colpo d’occhio e ( se non c’è nessuna altra macchina in arrivo ) via !!! non è assolutamente accettato. Anche in pieno deserto e all’una di notte, se non ci si ferma (almeno per un attimo) allo stop si è in contravvenzione.

Altra cosa che mette in difficoltà gli italiani sono gli incroci senza semaforo con quattro stop ai quattro accessi all’incrocio. Sono abbastanza frequenti soprattutto in città. In Italia in genere c’è una strada principale che ha la precedenza e poi c’è quella secondaria dove sono posizionati gli stop. Quando un italiano arriva ad un incrocio siffatto non sa mai a chi dare la precedenza. In effetti ci si basa sulle regole di cortesia. Il primo che è arrivato e che si è fermato allo stop è il primo che riparte. Procedere comunque sempre con molta prudenza.

Altra cosa che sconcerta è la possibilità per le auto ferme al semaforo rosso di voltare a destra ( in alcuni casi è vietato ma viene segnalato di fianco al semaforo). In effetti le auto che intendono svoltare a destra, devono posizionarsi sulla corsia di destra ( tutte le strade in genere hanno almeno due corsie), fermarsi, verificare la possibilità di procedere e poi passare. Pertanto se si procede su una strada e non si ha intenzione di svoltare a destra è meglio posizionarsi su una delle corsie centrali. A volte, se si ingombra la corsia di destra ed alle spalle si ha qualcuno con un po’ fretta, qualche colpo di clacson non te lo leva nessuno. Ma in genere, anche per il tipo di guida, e per il modo di procedere, in ogni caso molto lento e in strade a più corsie, lo stile di guida è prudente e rilassato. Una volta abituati, diventa quasi difficile riprendere la guida in Italia.

Ovviamente può generare qualche difficoltà per un italiano muoversi su strade che possono avere anche 4-8 corsie e vedersi superare da tutte le parti. Bisogna fare attenzione soprattutto nei passaggi di corsia. Il sorpasso a destra è sempre consentito ma la velocità è piuttosto moderata e questo consente ( con un certa prudenza le prime volte ) di spostarsi da una corsia all’altra senza scatenare incidenti.

Un ultimo suggerimento per la guida: se state seguendo uno Scuola Bus e questo al momento di fermarsi accosta a destra e fa fuoriuscire dei cartelli con la scritta stop sul lato sinistro del mezzo, non è che l’autista ti stia segnalando che si sta fermando lui, ma ti comunica che devi fermarti tu!!! In questo caso non solo sei in contravvenzione ma potresti incorrere anche nelle ire di qualche genitore presente alla scena. Pertanto attenzione !

SICUREZZA SANITARIA

Un altro capitolo importante è quello sanitario. Prima di un viaggio negli Stati Uniti meglio premunirsi di una assicurazione sanitaria temporanea. A New York gli ospedali di eccellenza ed i pronto soccorso non mancano, ma non sono gratuiti.

Un altro accorgimento iportante é quello di munirsi sempre di una carta di credito ( molto meglio due ), in molti casi sono considerate un vero e proprio documento di identità. Non si è generalmente accettati in albergo senza la presentazione di una carta di credito. Avere almeno una carta oro non guasta in caso di emergenza ( ad esempio sanitaria ), costa un po’ più di spese annuali ma può rendersi utile.

Pare banale il suggerimento di dividere documenti e carte di credito una volta arrivati. Tenere di riserva una carta di credito ed una parte dei documenti nella cassaforte dell’albergo più essere una buona idea in caso di furto o di smarrimento.

In caso di smarrimento del passaporto ci si deve rivolgere al Consolato Italiano di New York che dietro presentazione della Carta di Identità provvederà ad emetterne una copia sostitutiva ( senza Carta di Identità i tempi si allungano). Pertanto cercare di tenere Passaporto e Carta di Identità sempre in due luoghi diversi.

Ricordarsi di tenere sempre un elenco con il numero dei documenti e delle carte di credito che si hanno con sé. Serve per facilitare le denuncie di smarrimento e l’eventuale blocco delle carte di credito.

 

DOCUMENTI DI IDENTITA’

A proposito di documenti di identità  portare sempre negli Stati Uniti anche la Patente di guida italiana. La carta di identità in genere non viene riconosciuta come ID ( documento di identità ) e se questo capita in Banca, dove in genere sono richiesti due documenti di identità per effettuare una transazione, la mancanza della Patente di Guida può costituire un problema. In questa ottica anche il rilascio della patente internazionale ( si ottiene in Italia tramite qualsiasi agenzia automobilistica per 50 euro circa ) può servire per aumentare il numero di documenti di identità a disposizione.

 

COLLEGAMENTI TELEFONICI E CELLULARI

Prima della partenza per New York dotarsi di un cellulare almeno triband ( meglio quadriband, in alcune zone periferiche, si ha maggiore copertura). I cellulari italiani hanno il difetto che ( a parte i costi da vera rapina addebitati per le telefonate intercontinentali e anche per le telefonate in arrivo ) spesso hanno problemi di collegamento. Verificare pertanto le tariffe e le promozioni offerte dai vari operatori. Prima della partenza conviene verificare anche le procedure di ricerca e selezione di rete del proprio cellulare. Generalmente Vodafone funziona ( per lo meno funziona meglio ed a minori costi ) con l’operatore americano Cingular. E Tim con T-mobile.  Bisogna pertanto essere in grado di selezionare manualmente sul proprio telefono la rete dell’operatore al quale collegarsi. Questa procedura deve essere ripetuta spesso. In base alle zone in cui ci si trova o se si entra in ascensore spesso il telefono si sprogramma e si perde la rete. Attenzione comunque ai costi, possono essere molto elevati! L’ interruzione della linea dell’operatore italiano spesso è dovuta all’esaurimento della ricarica che deve essere effettuata in Italia se si vuole ripristinare il collegamento.

Se si  pensa di utilizzare il telefono in modo continuativo si consiglia di acquistare un contratto americano prepagato,  con una sim che può essere inserita sul proprio telefono o acquistarsi addirittura in telefono americano ( sim + telefono). Spesso ci sono offerte a poco più di $50. In questo modo si può essere certamente sempre reperibili ( sul numero americano) e si possono controllare meglio i costi operando su una prepagata ricaricabile.

Estremamente consigliata per i costi l’utilizzo di Skype tramite un pc portatile. Reti wireles e collegamenti ad internet sono forniti da quasi tutti gli alberghi e in molti locali pubblici ( ad esempio la catena di caffè Starbucks).

BIGLIETTI AEREI, OVERBOOKING E BAGAGLI

Ricordarsi di confermare con un paio di giorni d’anticipo il volo aereo di ritorno, soprattutto in caso di lunga permanenza a New York. Presentarsi sempre al check in con largo anticipo, sia per i nuovi controlli, che per ridurre i rischi di overbooking. Che cos'è l'overbooking? É una prassi che viene utilizzata a volte dalle compagnie aeree per riempire tutti i voli. Come avviene? La compagnia aerea vende più biglietti dei posti a disposizione sull'aereo, il tutto per essere sicura di avere fatto il pieno. L' Overbooking capita sopratutto in alta stagione quando è massiccia la richiesta di posto su un volo. Quando capita l'overbooking, oltre ad "incazzarsi come una murena", il passeggero ha due possibilità: ritardare la partenza, oppure esigere di prendere un altro volo, anche di altra compagnia per raggiungere la sua destinazione. In entrambi i casi sarà la compagnia aerea ad occuparsi di risolvere il problema. Gli assistenti in aeroporto vi potrebbero offrire anche del denaro come supporto spese nel caso il passeggero debba rimanere a terra. Sta a voi decidere. L'esperienza insegna. Quando arrivate in Italia contattate l'associazione di tutela dei consumatori, ma fatelo subito, non aspettate neanche un giorno. Il Codice Civile stabilisce con l'articolo 2951 che i diritti che derivano dal contratto per il trasporto di persone entrano in prescrizione dopo un anno di tempo. Questo vuol dire che avete tempo dodici mesi per richiedere un risarcimento dei danni ulteriori. Inoltre conservate tutto il materiale del vostro contratto di viaggio in originale, in passato si sono perse molte cause perché i viaggiatori avevano conservato solo le fotocopie della documentazione.

Altro possibile problema: lo smarrimento dei bagaglio. E’ un rischio che si corre quando si affronta un volo aereo. Non vi sono compagnie che mettono al sicuro da tale spiacevole inconveniente. In generi i bagagli smarriti arrivano nei giorni seguenti. Per ridurre il disagio predisporre nel bagaglio a mano ( di sufficiente dimensione ) un kit di sopravvivenza che possa bastare per un paio di giorni. Oltre ovviamente alla cose di maggior valore. La protezione ulteriore dei bagagli tramite un film applicato ( i costi variano da scalo a scalo ) garantisce anche un'ulteriore copertura assicurativa in caso di furto o smarrimento.  

 

  An idea by iDeas Torna su