Proposte di investimento immobiliare e di attività commerciali a New York
Appartamenti Commerciale attività Commerciale vendita Commerciale Locazione Ville Ricerca Contatti

Per ulteriori informazioni (italiano): Casa a New York tel. +1 786 208 2036 e-mail [email protected]

   

    Perché Acquistare
Perché negli Stati Uniti
Perché New York
Flussi migratori e turistici
Il mercato immobiliare
Compenso provvigionale

    Come Acquistare
Trattato bilaterale Italia-USA
Conto corrente USA
Attorney at Law
Offerta e Closing
Mutuo bancario

    New York e le sue meraviglie
I cinque Boroughs
Manhattan
Ponte di Brooklyn
Wall Street
Ground Zero
Empire State Building
TriBeCa
Statua della Libertà
Times Square
Union Square
Grand Central Terminal

    Notizie Utili
Aeroporti, linee aeree, autonoleggi
Shopping
Per i più piccoli
Ristoranti
Locali e vita notturna
Sicurezza

    Clima
Clima

Real Estate Service Provided by America Real Estate Solutions Llc - 11 Broadway - 10004 New York



Untitled Document

Se la città di New York fosse uno dei 50 stati, sarebbe al sesto posto su scala nazionale per ricchezza prodotta e, se fosse una nazione indipendente, avrebbe un PIL superiore a quello della Svizzera. Il suo prodotto pro capite di 59.000 la porterebbe al secondo posto al mondo superato solo dal Lussemburgo. Questi due dati ci fanno riflettere sulla ricchezza e sulla forza di attrazione che ha la città nei confronti del resto del mondo e probabilmente dal punto di vista finanziario e culturale è la vera capitale del mondo, per lo meno nell'immaginario di molti di noi.

Dal punto di vista immobiliare la città non ha risentito delle problematiche manifestatesi negli Stati Uniti negli ultimi mesi, la media dei prezzi delle compravendite non ha subito contrazioni anzi in alcuni casi ha proseguito il trend di aumenti degli ultimi anni anche se in maniera molto più contenuta. La scarsità di zone con potenziale di sviluppo residenziale fa si che si fatichi a soddisfare la crescente domanda interna ed internazionale. La media di valore delle vendite, nell'ultimo trimestre 2007, ha segnato la cifra record di 1,4 milioni di dollari, in crescita del 17,6% rispetto al 2006.

Certamente bisogna tenere conto che tale performance è stata drogata dalle vendite del superlusso, cioè le vendite da decine di milioni di dollari l'una dei condomini più esclusivi di zone tipo Central Park. Resta il fatto che con il cambio euro-dollaro a questi livelli ed i prezzi che non hanno subito i ribassi di altre zone degli States vi è una finestra di opportunità probabilmente non ripetibile. Occorre inoltre sottolineare che il mercato degli affitti è particolarmente vivace a New York ed piuttosto facile ottenere un buon rendimento dal proprio investimento immobiliare.

 

 

Andamento dell'affitto nel 2007

Monolocale

1 camera da letto
2 camere da letto
2.100-2.680
2.900-3.700
3.950-5.600

Dall'analisi dei valori forniti da Real Estate Group di New York si può notare il trend ancora ascendente . Si tratta della media dei prezzi in dollari degli immobili a Manhattan.

 
4° trim. 2006
4° trim 2007
Var % 4° 07 su 4° 06
Monolocale
371.749
413.787

+ 11

1 camera da letto
667.623

717.660

+ 7

2 camere da letto
1.461.579
1.720.636

+ 18

Gli elevati redditi dei residenti hanno sicuramente contribuito ad ammortizzare gli effetti della crisi, inoltre l'andamento della valuta americana stà contibuendo ad alimentare una forte domanda internazionale. Le tipologie prevalenti di New York sono i Condominium e i Cooperative Building. Questi ultimi comunemente detti coop, sono una realtà particolare nel panorama immobiliare newyorchese: rappresentano circa l'80% del totale a fronte del 20% di condos. Sono cooperative in cui il prprietario compra una quota della società e "subisce" il controllo dei un board che applica uno stato che a volte può essere molto restrittivo del diritto di proprietà. Per esempio si può vendere l'appartamento solo a pensionati perchè la coop è a questi riservata. Di solito i regolamenti delle coop pongono delle restrizioni all'affitto degli appartamenti, in cambio però di solito questi costano meno dei corrispondenti nei condos.

Anche a New York si pagano le tasse sulla proprietà (assimilabili alla nostra ICI) il cui importo varia a seconda del tipo di appartamento, della zona e dell'età dell'immobile. L'entità annuale si aggira normalmente attorno all'1% del valore dell'immobile.

Per concludere si può affermare che nell'attuale fase di mercato con la cifra necessaria all'acquisto di bilocale a Milano si può comprare un trilocale a New York.

  An idea by iDeas Torna su